Tarte tatin alle mele

La tarte tatin è un dolce tipico francese. E’ una torta rovesciata con le mele e il caramello. Velocissima da fare e per di più molto leggera!

INGREDIENTI:

100 g zucchero

Una tazzina da caffè di acqua

2 mele grandi

Una noce di burro

Mezzo bicchiere scarso di vino rosso

Una confezione di pasta sfoglia

PROCEDIMENTO:

Sbucciare le mele, privarle del torsolo e tagliarle a fette. Metterle sul fuoco in una padella con una noce di burro.

DSC00242.JPG

Quando le mele iniziano ad ammorbidirsi, sfumare con il vino rosso e alzare la fiamma al massimo per farlo evaporare.

DSC00243.JPG
Quando il vino è evaporato tutto, togliere la padella dal fuoco e lasciar raffreddare le mele.
Nel frattempo preparare il caramello: prendere una tortiera, versarci l’acqua e lo zucchero e metterla sul fuoco.
DSC00244.JPG
Far andare lentamente finchè non si è formato il caramello, attenzione però: non deve essere troppo scuro altrimenti è amaro!
DSC00245.JPG
Disporre le mele a raggiera sul caramello, cercando di coprire tutti gli spazi.
DSC00246.JPG
Ricoprire le mele con la pasta sfoglia, ripiegandone bene i bordi verso l’interno. Bucherellare la superficie con uno stuzzicadenti.
DSC00250.JPG
Cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.
DSC00252.JPG
Appena sfornata, capovolgerla subito su un piatto, altrimenti il caramello si solidifica e la torta non si stacca più!
DSC00257.JPG
L’ideale è gustarla tiepida!
Tarte tatin alle meleultima modifica: 2008-11-18T12:13:00+01:00da deliziando
Reposta per primo quest’articolo

4 Comments

  1. non conoscevo questa versione della tarte tatin mi sembra molto interessante,anche perche’ si utilizza meno zucchero che in altre ricette,pero’ al posto della sfoglia utilizzerei la pasta brisè cosi’ risulerà ancora meno caloricoburrosa ciao a tutte le golose blog

  2. Waw, sympathique article, merci à vous pour votre aide et notez que je suis entièrement d’accord. J’insiste, oui votre billet est réellement excellent, je reviendrai régulièrement vous lire ! PS : Pardon pour les fautes éventuelles, n’étant pas francophone, j’ai utilisé un traducteur en ligne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *